Colpo elettorale di Berlusconi: Mussolini ha fatto anche cose buone

Colpo elettorale di Berlusconi: Mussolini ha fatto anche cose buone

INAUGURAZIONE MEMORIALE DELLA SHOAH AL BINARIO 21 DELLA STAZIONE CENTRALESilvio Berlusconi (nella foto assopito durante la cerimonia di oggi a Milano) è stato fischiato all’uscita del Memoriale della Shoah a Milano, dove si è recato a sorpresa oggi per partecipare alla cerimonia di inaugurazione del museo, al binario 21 della Stazione centrale. Prima dell’inizio della cerimonia Berlusconi, conversando con i giornalisti, aveva affermato che «le leggi razziali sono la peggior colpa di Mussolini» ma che «per tanti altri versi invece aveva fatto bene». Polemiche a non finire su questa frase, che ha lasciato sconcerti in molti. Qualche fischio al termine della cerimonia è stato rivolto anche al presidente del Consiglio Mario Monti e al leader della Lega Roberto Maroni. Applausi invece per il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Berlusconi si è anche assopito a tratti nel corso dell’inaugurazione del Memoriale della Shoah a Milano, mentre si succedevano i vari interventi. L’ex premier era seduto tra il coordinatore del Pdl lombardo, Mario Mantovani, e la moglie del presidente del Consiglio, Mario Monti, Elsa, che ha preso parte all’appuntamento milanese con il marito.
Il Memoriale, inaugurato oggi a Milano, sotto il Binario 21, sorge dove tra il 1943 e il 1945 centinaia di ebrei, rastrellati in città e nella regione, furono caricati su vagoni merci agganciati ai convogli diretti a Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen e ai campi italiani di raccolta, come Fossoli e Bolzano. Dagli stessi binari partirono anche numerosi deportati politici, destinati al campo di concentramento di Mauthausen o ai campi italiani. A tre anni di distanza dalla cerimonia di posa della prima pietra, che ha dato il via ai lavori, i lavori di costruzione sono proseguiti, fino ad arrivare, oggi, all’apertura del principale nucleo del progetto. Il presidente e il vicepresidente della Fondazione, Ferruccio de Bortoli e Roberto Jarach, insieme al presidente del Consiglio Mario Monti e al sindaco Giuliano Pisapia, hanno “svelato”, alla presenza della signora Lily Safra, la targa intitolata a Edmond J. Safra, filantropo e benefattore del Memoriale, scomparso nel 1999.

m.amelia

m.amelia