Fondi Ue: Amendola (Pd), Barca conferma fallimento

Fondi Ue: Amendola (Pd), Barca conferma fallimento
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
“Siamo sempre ultimi. Le cifre dal ministro Fabrizio Barca sulla certificazione della spesa dei Fondi europei sono drammatiche” così Enzo Amendola, segretario regionale del Pd Campania, commenta i dati pubblicati oggi dal Ministero per la Coesione Sociale. I dati al 31 agosto attestano una spesa inferiore anche rispetto a quanto riportato dal Ministero dell’Economia a fine giugno. Questo – aggiunge Amendola – significa che l’Europa non è messa in condizioni nemmeno di riconoscere una parte delle spese effettuate dalla Regione Campania, che gia’ era ai minimi”.
“Entro dicembre dovremmo aumentare la spesa dell’8% per il Fesr e dell’11% del Fse, insomma piu’ di quanto siamo riusciti a fare in  due anni e mezzo di governo delle destre. Se non saremo in grado di raggiungere gli obiettivi, ad ottobre il ministero potrebbe spostare i nostri fondi ad altre Regioni virtuose, e a dicembre la Comunità Europea potrebbe cancellare parte dei fondi 2007-2013 destinati alla Campania”, aggiunge Amendola.
“La strada da fare per non perdere le risorse europee e’ ancora più lunga di quello già prospettata nei giorni scorsi e quanto oggi Barca ci ha comunicato dimostra chiaramente che siamo sull’orlo di un disastro causato dall’incapacita’ di Stefano Caldoro e della sua maggioranza” spiega Amendola.
“E’ dunque indispensabile che il governo nazionale intervenga. Il Pd Campania, come abbiamo detto seduta del Consiglio regionale di oggi e come già dichiarato in passato attraverso specifiche proposte, attiverà ogni utile iniziativa per evitare che anche un solo euro di queste importanti risorse vada perduto”.

redazioneIconfronti

redazioneIconfronti