In memoriam di Carmine Manzi. Una vita per la cultura

In memoriam di Carmine Manzi. Una vita per la cultura

Una vita per la cultura. Si potrebbe sintetizzare così il percorso terreno di Carmine Manzi (foto). Un’esistenza eccezionale, tutta da raccontare e ricordare, costantemente caratterizzata da un’attività frenetica, quasi febbrile, senza risparmio di energie, dedicata all’arte e alla cultura in tutte le loro molteplici e affascinanti espressioni. Poeta, scrittore, saggista, giornalista, straordinario “talent scout” di artisti di ogni età e provenienza, il “professore” Manzi è stato per più di mezzo secolo una delle personalità più insigni del panorama letterario italiano.
Nobile figura di gentiluomo d’altri tempi, dotato di una sensibilità rara e di un carisma senza eguali, Carmine Manzi  è stato esempio luminoso di quanto i valori profondi dello spirito siano irrinunciabili ed essenziali nella vita dell’uomo. Direttore della rivista “Fiorisce un Cenacolo” – laboratorio prezioso di colloqui con l’intimo – da lui fondata, nell’immediato dopoguerra, in un periodo tra i più cupi della storia del nostro Paese; fondatore, presidente ed “anima” della prestigiosa “Accademia di Paestum”, sodalizio che annovera il fior fiore dell’”intellighenzia” nazionale ed internazionale, Carmine Manzi, con l’annuale organizzazione del “Premio Paestum”, è stato, fino all’ultimo, uno dei pilastri dell’animazione e della  vita culturale del Meridione. Innumerevoli e prestigiosi i premi, i riconoscimenti, le benemerenze,  ricevuti per i suoi meriti di eccezionale uomo di cultura.
Io che ho avuto il privilegio, l’onore e la fortuna di conoscerlo, di frequentarlo, di averlo come amico premuroso e paterno, di poterne apprezzare ed ammirare le immense, esemplari doti di mente e di cuore, mi sento, all’indomani della sua scomparsa, più povero e più solo, come uno scolaro privato all’improvviso del suo “maestro”, della sua “guida”.
Il suo ricordo e il suo esempio rimarrà per sempre nel mio cuore.
Angelo Guzzo

redazioneIconfronti

redazioneIconfronti